Filtri ND – Che Cosa è un Filtro ND nella Fotografia

 

Filtri ND – Che Cosa è un Filtro ND nella Fotografia

Nelle mie continue serie di consigli sulla fotografia, oggi voglio rispondere a una domanda che molti di voi hanno – vale a dire, che cos’è un filtro ND in fotografia, noto anche con il suo nome non abrasivo: un filtro a densità neutra. Se questa non è una domanda che hai avuto e non hai idea di cosa sto parlando, non temere. Lo analizzerò semplicemente per te con questa guida ai filtri a densità neutra. Spiegherò cosa fa un filtro ND, perché potresti aver bisogno di un filtro ND e ti darò alcuni consigli sulle migliori marche di filtri ND. Per prima cosa, iniziamo con le basi e rispondiamo alla domanda: che cos’è un filtro?

 

Che cos’è un filtro nella fotografia?

Un filtro è un prodotto, solitamente in vetro, ma a volte in resina o altro materiale, progettato per avere un impatto sulla luce che colpisce il sensore della fotocamera.

Ad esempio, un filtro UV è progettato per filtrare la luce UV, un ritorno ai tempi dei film, poiché i moderni sensori per fotocamere tendono ad avere filtri UV integrati. Un filtro polarizzante filtra la luce polarizzata, ottimo per ridurre i riflessi e far scoppiare i cieli blu.

Che cos’è un filtro ND?

Un filtro ND è un filtro speciale progettato per ridurre la quantità di luce che lo attraversa e quindi la quantità di luce che finisce sul sensore della fotocamera. È essenzialmente un pezzo di vetro oscurato (o resina) progettato per non cambiare altro che la quantità di luce che lo attraversa.

Altri fattori come il colore della luce o la polarizzazione della luce non dovrebbero essere influenzati.

Ciò consente effetti creativi come l’uso di un’apertura più ampia (per effetti di profondità di campo) o una velocità dell’otturatore più lunga (per effetti basati sul tempo) di quanto altrimenti non sarebbe possibile. Sono molto utili in condizioni di luce intensa, dove c’è molta luce disponibile.

Ecco un esempio di uno scatto con, il  filtro ND:

filtro nd

Come puoi vedere, la più lunga esposizione del secondo colpo ha provocato il movimento dell’acqua.

Quali tipi di filtro ND ci sono?

Esistono diversi tipi di filtri a densità neutra e offrono diversi punti di forza, a seconda della quantità di luce che si desidera bloccare. Questo viene misurato usando termini diversi, ma il termine più comunemente usato è il numero di “stop” di luce sui blocchi di filtro.

I filtri comunemente usati sono 3 filtri di arresto, 6 filtri di arresto e 10 filtri di arresto.

Per spiegare, uno stop è fondamentalmente una misura della quantità di luce. Se aumenti di 1 stop, stai raddoppiando (o dimezzando) la quantità di luce. Quindi, ad esempio, se passi da una velocità dell’otturatore di 1/250 di secondo a 1/125 di secondo (due volte più a lungo), raddoppi la quantità di luce. Questo è ciò che noi fotografi chiamiamo “stop”.

Un filtro a tre stop ti consentirebbe di passare da una velocità dell’otturatore di 1/250 di secondo a 1/30 di secondo.Un filtro a sei stop ti lascerebbe passare da una velocità dell’otturatore di 1/250 di secondo a 1/4 di secondo.
Un filtro da dieci stop ti lascerebbe passare da una velocità dell’otturatore di 1/250 di secondo a 4 secondi.

Quando dovrei usare un filtro ND?

Un filtro ND è perfetto per l’uso nella fotografia di paesaggio, soprattutto quando si desidera ottenere effetti a lunga esposizione come un effetto lattiginoso nell’acqua o mostrare il movimento delle nuvole nel cielo.
Come molte cose, questo è meglio spiegato con un esempio. Tipo di filtro I filtri ND sono disponibili in diversi tipi. I due più comuni sono standard e graduati.

Un filtro ND standard riduce solo la luce che penetra nella telecamera sull’intera immagine. Un filtro a densità neutra graduata, più scuro in una parte del filtro, che consente di ridurre la luminosità in una parte dell’immagine, ma non del tutto, particolarmente utile per scene ad alto contrasto con molta luce nel cielo .

Dimensioni del filtro: se stai acquistando un filtro a vite, devi assicurarti che abbia le stesse dimensioni della filettatura della vite sull’obiettivo. Questo sarà un numero misurato in mm e potrebbe persino essere scritto sull’obiettivo. In caso contrario, il produttore sarà in grado di fornirlo. Una dimensione comune per le fotocamere dSLR è 77 mm, quindi è necessario un filtro ND da 77 mm per adattarsi a un obiettivo di dimensioni 77 mm.

Forza: Come accennato in precedenza, i filtri ND presentano diversi punti di forza, con alcuni dei punti di forza comuni che sono i filtri di arresto 3, 6 e 10. Alcuni sistemi consentono di impilare i filtri, ad esempio se si impilano un filtro da 10 stop e un filtro da 6 stop, si otterrebbe un filtro da 16 stop.

Vale anche la pena ricordare a questo punto che puoi anche acquistare filtri a densità neutra variabile, che ti consentono di regolare l’intensità del filtro ND, di solito tra un intervallo di 2 e 10 stop. Sembra l’ideale e sicuramente ha il vantaggio di aver bisogno di meno filtri. Tuttavia, questi filtri sono generalmente più costosi e possono causare problemi come strani motivi di tratteggio incrociato e vignettatura nelle immagini a causa del loro spessore.

Spostamento di colore: l’ultima cosa da tenere presente quando si acquista un filtro ND è che mentre l’obiettivo è ridurre la quantità di luce che entra nella fotocamera senza influire sull’aspetto dell’immagine (quindi “neutro”), alcuni filtri possono causare un dominante di colore – in particolare alle fermate più alte, o se le impili. Questo di solito può essere corretto in fase di post-elaborazione, ma è qualcosa di cui essere consapevoli: controlla le recensioni online prima dell’acquisto per vedere se questo è un problema comune con il filtro che ti interessa.

Ho bisogno di qualcos’altro con il mio filtro ND?

 

Ci sono due accessori che suggerirei di cui hai bisogno quando raccogli un filtro ND. Questi sono:

Un treppiede. Un treppiede è un accessorio fondamentale per l’utilizzo di un filtro ND. Uno dei motivi principali per utilizzare un filtro ND è quello di ridurre la luce e aumentare il tempo di esposizione, cosa che comporterà tempi di posa troppo bassi per tenere la fotocamera in mano. Per risolvere questo problema, avrai bisogno di un treppiede. Non preoccuparti, ho un intero post sui motivi per cui hai bisogno di un treppiede e consigli su come scegliere il treppiede migliore per te.

ND Calculator App. Questa è una cosa più bella da avere che una necessità, ma sicuramente può essere utile sul campo quando ti rendi conto che capire la matematica per quelle lunghe esposizioni è un po ‘complicato. Un’app che consente di inserire i valori del tempo di esposizione, l’apertura e ISO, quindi scegliere l’intensità del filtro ND. Ti mostrerà quindi i nuovi valori appropriati per la velocità dell’otturatore in base a tale intensità, eliminando le congetture dal calcolo dell’esposizione. Ciò significa che puoi impostare uno scatto senza il filtro ND, controllare le impostazioni di esposizione della fotocamera, attivare il filtro e quindi utilizzare l’app per calcolare le impostazioni corrette.

Filtro nd consigliato sia per la qualità ma anche per la costruzione in se delle lenti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *